TEL. 0434 504 711 | FAX 0434 504 747 | info@gea-pn.iteco@pec.gea-pn.it
  • Home
  • Comuni
  • R.A.E.E. Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

R.A.E.E. Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

I rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche o semplicemente rifiuti elettronici sono rifiuti di tipo particolare che consistono in qualunque apparecchiatura elettrica o elettronica di cui il possessore intenda disfarsi in quanto guasta, inutilizzata, o obsoleta e dunque destinata all’abbandono.

RAEE CONFERIBILI DA UTENZE DOMESTICHE

Puoi conferirli gratuitamente al Centro di raccolta o richiedere il servizio di ritiro a domicilio (a pagamento) chiamando i seguenti numeri di telefono:

TEL. 0434.504.711
N. VERDE 800.50.10.77

N.B. il servizio di ritiro a domicilio svolto da GEA non riguarda il Comune di Montereale Valcellina.

Se non vengono recuperate le parti riciclabili (vetro, plastiche e metalli), i Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche R.A.E.E. rilasciano sostanze tossiche e nocive per l’ambiente e l’uomo.

Sulla base delle modalità di recupero, reimpiego e riciclaggio dei componenti, dei materiali e delle sostanze di cui sono costituiti, i R.A.E.E. sono stati suddivisi in 10 categorie:

• grandi elettrodomestici (frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, forni elettrici, microonde, stufe elettriche, etc.);
• piccoli elettrodomestici (aspirapolvere, ferri da stiro, asciugacapelli, sveglie, etc.);
• apparecchiature informatiche e per telecomunicazioni (pc, stampanti, fax, telefoni tradizionali e cordless, cellulari, calcolatrici, etc.);
• apparecchiature di consumo (radio, videocamere, videoregistratori, etc.);
• apparecchiature di illuminazione (neon, lampadine a basso consumo, etc.);
• strumenti elettrici ed elettronici (trapani, avvitatori, saldatrici, tagliaerba, etc.);
• giocattoli e apparecchiature per il tempo libero e lo sport (videogiochi e consolle, treni elettrici, giocattoli a pile, etc.);
• dispositivi medici (a eccezione di tutti i prodotti impiantati ed infettati);
• strumenti di monitoraggio e di controllo (termostati, bilance, etc.);
• distributori automatici (di bevande e di cibo, di denaro, etc.).

UNO CONTRO UNO. I consumatori che acquistano nuove apparecchiature possono gratuitamente consegnare quelle usate (stesso tipo, stesse quantità) direttamente al rivenditore-distributore che ha l’obbligo di ritirarle. L’obbligo è previsto dall’art. 6, comma 1, lett. b) del D.Lgs. 151/2005 – secondo le modalità del Decreto Ministeriale n. 65 dell’8 marzo 2010.

Le batterie di cellulari, giochi elettronici, orologi, lettori multimediali, etc. vanno estratte e conferite nei contenitori per le batterie esauste e non lasciate all’interno degli apparecchi.

Consigli utili per smaltire rifiuti elettronici


RAEE CONFERIBILI DA UTENZE NON DOMESTICHE

Secondo la lettera l) dell’art. 4 del D.Lgs. 49/2014 sono da considerarsi domestici sia i RAEE originati dai nuclei domestici sia quelli di origine commerciale, industriale ed istituzionale e di altro tipo analoghi, per natura e quantità, a quelli originati dai nuclei domestici.

Trattasi di rifiuti non pericolosi assimilabili provenienti non dalle aree produttive aziendali, ma dalle aree adibite ad ufficio.

Per tali utenze è possibile conferire presso il Centro di raccolta solo i rifiuti domestici e/o assimilabili di seguito indicati.

Si precisa che non viene rilasciata alcuna certificazione che attesti il conferimento del rifiuto presso il Centro di raccolta.

Vengono accettati i seguenti rifiuti non pericolosi provenienti da utenze non domestiche:
• aspirapolvere, ferri da stiro, lavatrici, asciugatrici
• stampanti, scanner, computer (senza monitor)
• forni non industriali, tostapane, forni a microonde
• rasoi
• telefoni, cellulari senza batterie
• lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie

NON vengono accettati i seguenti rifiuti pericolosi provenienti da utenze non domestiche:
• tubi al neon
• televisori
• monitor
• frigoriferi
• condizionatori

Pertanto, i RAEE di piccole dimensioni provenienti da attività commerciali, industriali e istituzionali sono considerati come domestici e conferibili gratuitamente presso il Centro di raccolta.

Per le quantità e le tipologie di RAEE non pericolosi conferibili dalle utenze non domestiche si rimanda alla tabella di cui al Disciplinare dei vari Centri di raccolta comunali.

I RAEE devono essere conferiti integri.