TEL. 0434 504 711 | FAX 0434 504 747 | info@gea-pn.iteco@pec.gea-pn.it

Banca dati verde pubblico

Senza titolo-1

Abbiamo avviato la creazione di una banca dati e una mappa digitale, consultabile su internet, per la gestione di tutto del verde pubblico, parchi giochi, siepi, banchine, aiuole fiorite, fossi, alberi.
Gli utenti potranno accedere liberamente sul web al database e disporre di tutta una serie d’informazioni sul servizio e sugli standard di qualità delle prestazioni erogate.

Rigiochiamo, progetto ecologico. II edizione

laboratori

Promette bene la raccolta dei giocattoli usati avviata nei 18 istituti scolastici cittadini aderenti a “Rigiochiamo”, progetto ecologico – solidale promosso dal Comune di Pordenone e da Gea Spa.

L’iniziativa, che si propone di attivare un circuito virtuoso, è giunta alla seconda edizione.

Grazie alla generosità degli alunni frequentanti le scuole dell’infanzia e primarie del capoluogo e alla sensibilità delle loro famiglie, durante lo scorso anno scolastico è stato possibile dare nuova vita a ben 176 sacchi di giocattoli usati: quelli in buone condizioni sono stati ricondizionati e donati a bambini meno fortunati, mentre quelli rotti sono stati avviati a recupero, così da riciclare le materie plastiche che li componevano, altrimenti destinate ad essere smaltite in discarica.

Un risultato positivo che quest’anno vi sono le premesse per confermare.

Nelle scuole primarie “Leonardo Da Vinci”, “Grigoletti” e  “Padre Marco d’Aviano”, che per prime hanno usufruito del servizio di ritiro dedicato, infatti, sono già stati raccolti 33 colli di materiale ludico, attualmente in lavorazione presso gli stabilimenti di Fantambiente Srl, la società di comunicazione ambientale ideatrice del progetto.

Gea va a scuola.

La raccolta differenziata inzia anche dalle scuole! Operatori GEA hanno incontrato i ragazzi della Scuola Secondaria di I° Grado di Roveredo in Piano e i bambini delle classi terza, quarta e quinta della scuola primaria.
In tre interventi, durante tutta la mattinata, si è parlato del problema della gestione dei rifiuti elettrici ed elettronici (RAEE) con particolare riguardo ai piccoli elettrodomestici (radio, phon, cellulari, tastiere, lettori mp3, tostapane, …).